Ieri, 5 maggio, il Gabinetto del MIUR ha inviato al Presidente dell’INGV, Prof. Stefano Gresta, il Decreto Ministeriale attuativo della L. 128/2013,  Art. 24, articolo fortemente voluto dell’ex Ministro Maria Chiara Carrozza.

Il D.M. autorizza l’aumento della dotazione organica per l’INGV di 200 posti in 5 anni e l’avvio delle procedure di immissione in ruolo del personale precario.

Questo passaggio segna la fine di 7 anni e 6 mesi di attesa, da quando l’INGV nel 2008 è rimasto l’unico Ente Pubblico a non aver usufruito del processo di stabilizzazione voluto dal governo Prodi per far fronte al dilagante problema del precariato.

Ora i lavoratori INGV, ed in particolare il “precariato storico”, possono guardare al futuro con una nuova prospettiva. E questo è un bene per tutti, perché la preparazione scientifica delle persone coinvolte e il loro impegno costituisce una risorsa fondamentale per la tutela del territorio e per il prestigio scientifico dell’Italia nel mondo.

Cinque anni per completare questo percorso non sono pochi, ma è comunque un buon inizio.

E’ stata, la nostra, un’attesa lunga, snervante e carica di senso di impotenza di fronte al prolungarsi di una situazione ingiustificabile, non solo dal punto di vista dei lavoratori precari, ma da quello dell’investimento fatto per la loro formazione e per la tutela del territorio. L’INGV è punta di diamante al livello mondiale nell’ambito delle scienze della Terra e questo grazie, principalmente, alla produttività e all’entusiasmo del personale non di ruolo, da quasi vent’anni.

Non è questo il momento dei ringraziamenti, ma il personale a tempo determinato INGV sa chi sono stati i promotori di questa iniziativa e ne renderà merito, così come l’Art. 24 della L. 128/2013 rende merito del loro costante impegno per il Paese.

Leggi la notizia ANSA.

Image

Advertisements
commenti
  1. redazione ha detto:

    L’ha ribloggato su Io Non Faccio Nientee ha commentato:
    Cinque anni per completare questo percorso non sono pochi, ma è comunque un buon inizio.

  2. RRP ha detto:

    Rebloged on Rete Ricerca Pubblica

  3. Betta ha detto:

    F-I-N-A-L-M-E-N-T-E

  4. Maurizio ha detto:

    Complimenti! Siamo molto felici per tutti voi.
    Adesso speriamo che il ministro Giannini alzi il pollice anche per i Precari storici dell’ INVALSI. 15 anni di precariato sono diventati una maledizione. La gente non ce la fa più. Si ammala. Il sistema immunitario non ce la fa a reggere tanto stress. E’ ora che anche il presidente Renzi intervenga in tanto sopruso. E se non basta, chiederemo anche aiuto a Papa Francesco.

  5. Ne’ Renzi (quello del Jobs Act! Scherziamo!?), ne’ Papa Francesco (a meno di non credere nei miracoli).

    Vorrei ricordare:

    1. “Sconcerto all’Ingv dopo un atto di sindacato ispettivo di 10 senatori del Movimento 5 Stelle” (http://www.usirdbricerca.info/index.php?option=com_content&view=article&id=2856:sconcerto-allingv-dopo-un-atto-di-sindacato-ispettivo-di-10-senatori-del-movimento-5-stelle&catid=109:ingv&Itemid=524)

    2. “Abilitazione scientifica nazionale settore Geofisica: un’interrogazione parlamentare getta benzina sul fuoco” (http://www.usirdbricerca.info/index.php?option=com_content&view=article&id=3145:abilitazione-scientifica-nazionale-settore-geofisica-uninterrogazione-parlamentare-getta-benzina-sul-fuoco&catid=107:lavoro1&Itemid=522)

    3. “Il ministro Carrozza scrive all’Ingv e chiede chiarimenti sull’interrogazione del Movimento 5 Stelle” (http://www.usirdbricerca.info/index.php?option=com_content&view=article&id=2942:il-ministro-carrozza-scrive-allingv-e-chiede-chiarimenti-sullinterrogazione-del-movimento-5-stelle&catid=109:ingv&Itemid=524)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...