Ci risiamo.

Di nuovo l’Italia delle emergenze in cui non viene concesso un giorno in più per lavorare sulle cose importanti, ma si possono mortificare anni di sviluppo e dignità dei lavoratori, per poi godersi meritate vacanze.

Il Decreto del Fare, nella sua discussione nelle commissioni alla Camera, ha visto approvati ed inclusi emendamenti che si fatica a capire che attinenza abbiano con il testo di legge; al tempo stesso ha visto rigettare l’emendamento 58.11 di cui abbiamo parlato (qui), non solo inerente l’articolo 58, ma a dir poco sacrosanto.

Adesso sentiamo dire che non si può tornare all’esame in commissione per riconsiderare alcuni emendamenti, fra cui avremmo sperato anche il 58.11, perché non c’è tempo.

C’è la fiducia.

Forse dovremmo impiegare parte del nostro tempo a leggere uno per uno gli emendamenti approvati nelle commissioni e chi li ha firmati, per capire nel dettaglio quali interessi di chi sono stati difesi nel nome del Popolo Italiano.

Ma siamo certi che se noi facessimo questo lavoro (e lo faremmo bene ed in fretta) nessun altro potrebbe sostituirsi a noi nella gestione di crisi sismiche, quando oltre a dover localizzare per la Protezione Civile in due minuti un terremoto, mentre i sismografi ancora ballano, bisogna anche rispondere alle telefonate di cittadini spaventati che nel cuore della notte chiedono angosciati cosa fare. E rispondere non è facile, perché in questo Paese manca la cultura della prevenzione e la percezione delle spiegazioni scientifiche di fenomeni naturali finisce per essere distorta fino a costare 6 anni di carcere.
Ciononostante queste situazioni sono gestite e bene e con responsabilità.

Quindi, noi leggiamo gli emendamenti, voi gestite la sala sismica al posto dei sismologi?
Proviamo.

La verità è che la fiducia che un governo mette sulle leggi è inversamente proporzionale a quella che i cittadini hanno verso il governo stesso.

Noi siamo in difficoltà, voi state peggio.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...