!!! Aggiornata la Rassegna Stampa !!!

Non sembra ma le due cose, i Maya e il Gioco dell’Oca, c’entrano una con l’altra.

La prima cosa, i Maya e la loro profezia, perché proprio il 20 Dicembre 2012, mentre il mondo si avviava alla fine secondo il tormentone dell’anno, è stata condivisa e poi siglata una “Integrazione” che riporta “in vita” il famoso Accordo Decentrato di Ente INGV del 18 Luglio 2012, impropriamente sospeso dal C.d.A., ponendo così fine (?) a 5 mesi di inutili, faticose, demotivanti e costose perdite di tempo.

Questa integrazione, tralasciando le parti non essenziali, riprende quindi finalmente l’Accordo del 18 modificandone solo due passaggi:

  1. gli Stabilizzandi non sono più associati necessariamente ai Fondi Ordinari dell’Ente (per ragioni che discuteremo in un prossimo post sulla questione “Stabilizzandi”)
  2. l’accordo adesso include anche i tempi determinati con contratti post 31/12/2009 che nel precedente accordo, per una volontà inspiegabile dell’amministrazione, non erano inclusi

Il secondo punto è migliorativo (d’altronde abbiamo sempre sostenuto che dovesse essere così), il primo invece per quanto relativamente accettabile crea secondo noi dei problemi inutili.

Gli eventi dimostrano che di solito noi abbiamo ragione ma, come detto, ci torneremo perché trattasi di un argomento di utilità generale.

Dovremmo avere quindi a questo punto delle proroghe che, verificata la disponibilità dei fondi anno per anno, dovrebbero (il condizionale è d’obbligo) portare la data di scadenza del 31/12/2016, come da Accordo Decentrato di Ente.

La seconda cosa, il Gioco dell’Oca, perché dopo tutto quello che è successo dall’arrivo del nuovo Direttore Generale, con la sospensione dell’Accordo del 18 Luglio da parte del C.d.A., alla fine siamo tornati (grazie si direbbe all’Accordo firmato dal Presidente Nicolais per il “suo” CNR) al punto di partenza, o quasi, con la consapevolezza di avere sempre avuto ragione (magra consolazione), di aver sempre chiesto il giusto e che tutto quello che abbiamo passato e stiamo passando avrebbero dovuto risparmiarcelo.

Tutto risolto?

Purtroppo non lo sapremo finché non vedremo i contratti di lavoro. Perché abbiamo imparato che “non fidarsi” è meglio e anche perché alla data odierna (27/12/2012) non siamo stati ancora chiamati a ritirare le nostre proroghe e per tanto non sappiamo ancora cosa ci sarà scritto sopra.

Il 2012 si avvia alla fine. Lo avevamo definito saggiamente “L’Anno del Contratto“.

Ci auguriamo che il 2013 sia, per tutto il Paese a questo punto, l’Anno della Competenza e delle persone giuste al posto giusto, perché fino a oggi non lo è stato.

Advertisements
commenti
  1. infn ha detto:

    Reblogged this on Io Non Faccio Niente and commented:
    Questa integrazione, … , riprende quindi finalmente l’Accordo del 18 modificandone solo due passaggi:
    1. gli Stabilizzandi non sono più associati necessariamente ai Fondi Ordinari dell’Ente (per ragioni che discuteremo in un prossimo post sulla questione “Stabilizzandi”)
    2. l’accordo adesso include anche i tempi determinati con contratti post 31/12/2009 …

  2. […] Come dicevamo nel precedente post di fine anno: “Non fidarsi è meglio“. […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...