I precari dell’INGV sono allibiti di fronte alle dichiarazioni del Capo Ufficio Stampa dell’INGV (Sonia Topazio), apparse recentemente sui maggiori quotidiani nazionali, in quanto le accuse che li riguardano sono infondate ed offensive.

I precari di questo Istituto hanno acquisito titoli di studio specifici, competenze e credibilità all’estero come testimoniato dalle numerose pubblicazioni scientifiche sulle migliori riviste internazionali. Tali professionalità contribuiscono a portare avanti l’eccellenza della ricerca geofisica italiana nel mondo.

Ci sembra inopportuno e surreale che sia dato spazio sui giornali a notizie pseudo scandalistiche quando ci sono 400 persone che da anni sono in lotta per il mantenimento del proprio posto di lavoro, come testimoniato tra l’altro dai contenuti di questo blog.

Advertisements
commenti
  1. francesco corvisieri ha detto:

    A margine di questo comunicato vorrei segnalare anche questo: mi chiamo Francesco Corvisieri, tecnologo ISTAT, iscritto, sino a stamane all’USI RdB. Ho revocato oggi stesso la mia iscrizione a questo sindacato.
    Ieri è uscito sul foglietto dell’USI (http://www.usirdbricerca.info/) un articolo contro la nomina del nuovo direttore generale INGV (condivisibile) e contestualmente una articolo (sul sito del sindacato) in difesa di Sonia Topazio (non condivisibile). Ho chiesto di poter commentare l’articolo su Sonia Topazio e mi è stato risposto che il mio commento si palesava manifestamente diffamatorio. In realtà avevo soltanto scritto che un sindacato non può usare due pesi e due e due misure, nel senso che non si può difendere Sonia Topazio entrata all’Ingv per chiamata diretta e accusare il neo direttore di essere stato nominato con medesima procedura (tra l’altro il direttore generale può essere preso con nomina diretta). Affermavo inoltre che il principio costituzionale del concorso pubblico potrebbe limitare i casi di raccomandazione e segnalazione, e nei casi peggiori di relazione… Diffamatorie viceversa mi sembrano nei vostri confronti le affermazioni di Sonia Topazio. In bocca al lupo a tutti.

  2. graziano caprioni ha detto:

    Sono senza parole. Anzi, mentre scrivo mi assale una forte sensazione che mi fa vergognare di essere un cittadino italiano. L’Italia è allo sfascio perché è un popolo che vive di espedienti, giustificazioni e di sistemazioni entro il quadro familiare. Urlo ad alta voce, quando daremo valore e riconoscimento alla Competenza e al Talento? Non conosco nello specifico le storie delle persone sopra citate ma è intollerante e terribilmente arrogante qualsiasi ingerenza politica, ancor più di questa categoria politica senza distinzione di colore. La vita di un intero popolo non può essere un fatto privato di soli alcuni, a discapito dell’intera collettività. Non basta essere Professionali quando si ha un ruolo. Visto che siamo in tema di Europei di calcio potrei asserire (scherzando) che alla guida della nostra nazionale potrebbe bastare un geologo che sicuramente è un valido professionista e per di più conosce benissimo il terreno più di qualsiasi altro tecnico per vincere una partita di calcio. Se ciò che ho detto sopra è una ipotesi che farebbe arrabbiare qualsiasi esperto di calcio, per svolgere un buon servizio con alto profilo, ripeto, ci vuole: Meritocrazia, Competenza specifica e Talento, quel Genio che ha fatto di noi un popolo grande e ricco in modo straordinario riconosciuto in tutto il mondo. Quando tra pochi anni avvenire si riscriverà la storia di questo paese e di queste giornate, cosa scriveranno? Ha questa domanda mi sento di dire che nell’Italia di oggi ci sono persone grandiose che quotidianamente, pur essendo invisibili, grazie alla loro caparbietà, al senso civico e alla morale di ognuno, sorreggono e danno a tutta l’Italia quel briciolo di orgoglio e speranza per un futuro migliore. La politica sarà ricordata per i suoi personaggi ingordi e di basso profilo morale.
    Vi ringrazio tutti se non siete raccomandati, per il lavoro che fate quotidianamente, continuate a denunciare il vostro disagio.

  3. lukwe (@lukwe) ha detto:

    lettera aperta al’Unione Italiana Giornalisti Scientifici http://www.greedybrain.com/divulgazione/lettera-aperta-allugis

  4. Sonia Topazio ha detto:

    Buona sera,
    leggo solo ora il blog e non ho la forza di replicare perchè sono stanca per gli attacchi esterni ingiustificati, e dalle troppe mail ho molto fastidio agli occhi.
    Non ho letto i commenti, lo farò forse a fine mese, dopo la pubblicazione della Newsletter.
    Voi siete allibiti? Io sono allibita per come la stampa cartacea e web mi descrive. Mi descrive proprio come voi mi descrivete.
    1. Io non potrei parlare di voi come incompetenti perchè con voi nasce il mio lavoro di ufficio stampa, attraverso le vs pubblicazioni
    2. Con la vs apertura sul Blog appoggiate alcuni giornali che hanno fatto perno sul link tra la polemica Sonia Topazio e i precari, mai avvenuta se non in toni moderati, ma se funesti erano mail tra noi e non spiattellati su un Blog pubblico.
    3. Sono precaria anche io e per la prima volta avevo comperato delle lenzuola con spirito partecipativo, ma me l’avete spento al primo entusiasmo
    4. Ho dovuto difendermi tenendo testa ad alcuni giornalisti molto conosciuti, ma era un fatto ormai personale.
    5. Ho risentito il programma della Saluzzi e poi quello di Pomeriggio 5 e non mi pare di aver leso nessun precario.
    6. Titoli: Laurea in lettere moderne presso La Sapienza, Master in Governance degli Enti pubblici di Ricerca e delle Univerisità (Due anni post laurea), Corso di sviluppo Manageriale presso La Luiss.
    7: Ore 20.30 sono ancora in ufficio.

    Sonia Topazio

  5. Sonia Topazio ha detto:

    A… vorrei fare un’aggiunta: Il Master è stato conseguito presso il Politecnico di Milano e l’ufficio stampa che ho creato dal nulla ha generato 3 posti di lavoro, escludendo il mio.
    Grazie per la cortese pubblicazione
    Sonia Topazio

  6. francesco corvisieri ha detto:

    G.le Sonia le sono solidale esclusivamente per l’attacco personale riferito ad un passato da attrice, cosa da deprecare (Espresso).
    Non posso essere altrettanto solidale con lei quando afferma pubblicamente che ci sono precari figli di baroni universitari (è possibile certo) senza specificare nome e cognome, questo fa di lei una calunniatrice (e meno male che è a capo di un ufficio stampa…che fa acqua da tutte le parti negli ultimi anni). La diffamazione le ricordo è reato.

    Lei a quanto è ormai noto dalle cronache è stata assunta all’INGV con un procedura di chiamata diretta per una posizione lavorativa specifica. Non mi permetto di sindacare su i reali motivi di quella chiamata ad una giovane neolaureata in lettere ma per ricoprire il rulo che lei oggi riveste, la legge prevede requisiti specifici che lei al momento della sua chiamata non posssedeva.
    Lei è stata presa per altro, dunque ,non per una competenza specifica all’ufficio stampa, è questo che io personalmente le rinfaccio data la sua superficialità (dote assolutamente contraria a chi fa il suo lavoro) nell’attaccare una categoria a cui lei stessa dice di appartenere.
    Francesco Corvisieri, tecnologo Istat, da ieri non più tesserato USI RdB (sindacato che usa due pesi e due misure nell’attaccare il neo direttore generale e il capo ufficio stampa INGV).

  7. Marco Mediani ha detto:

    Parole,parole,parole, solo quello sapete dire! Ma perchè i gradi pubblicati dei terremoti, non corrispondono a veridicità ? Perchè la verità fa tanta paura?E’ forse perchè vi è la politica di mezzo ? Tutta l’Italia è un marciume e questo sempre perchè non vi è serietà da parte di nessuno, l’importante è …essere furbi! e quando si è scoperti…negare, negare,negare! Quando si riuscirà ad avere un popolo corretto? Serio? Rispettoso? Forse tra 50 anni ma allora sarà troppo tardi, saremo all’ultimo posto nel mondo.
    Smettetela di parlare ed agite secondo coscienza ( sempre che abbiate una coscienza !).
    Ricordate che se qualcuno critica, è perchè qualcun altro ne da adito.Bisognerebbe prendere le critiche per il giusto verso, se sembrano errate, occorre chiarirle; se vere occorre ascoltarle.

  8. Dubbi ha detto:

    Da profano in materia, in possesso di terza media ed operaio generico, mi chiedo come sia possibile un terremoto (di magnitudo 2.4) ad una profondità di appena 1,6 chilometri (come da voi elencato alla pagina http://cnt.rm.ingv.it/ ).

    Facendo ovviamente salva la buona fede per manifesta ignoranza, continuo a chiedermi il perchè di uno sciame sismico che perdura ininterrottamente da un mese intero (20 maggio-22 giugno) a profondità che 9 volte su 10 sono inferiori a 5-6 km di profondità.

    Un parere tecnico e scientifico si sentirebbe di escludere a priori l’intensa attività estrattiva in corso da anni nella zona? Ammesso che la medesima sia portata avanti con metodi che non esulano dalla legislazione nazionale in materia (vedasi ad esempio l’esclusione dell’utilizzo del c.d. “fracking”.).

    Gradirei Vostro parere in merito. I migliori auguri di buon lavoro e buona Lotta.

    Saluti Operai

  9. Luisa Canton ha detto:

    Massima solidarietà ai precari, sia dell’INGV, sia di qualsiasi altro ente, che attendono da anni di poter finalmente poter ricevere un minimo di stabilità.
    In quanto agli ultimi due commenti in merito a presunte “falsità” sulle magnitudo dei terremoti: se cercate bene in rete, scoprirete che quella della magnitudo alterata è una bufala che gira, il tutto ben motivato e spiegato da geologi. Se no, visto che tanti la sanno lunga, compriamo un sismografo, piazziamocelo a casa nostra e diamo noi la magnitudo delle scosse: in quanti sarebbero in grado di farlo?
    Sul perdurare dello sciame sismico, certo che è possibile che perduri: all’Aquila la faccenda non si è conclusa con le scosse più forti, ma anche lì lo sciame ha continuato. E se si cerca bene, è scritto da più e più parti che nel 1570 nel ferrarese vi fu un forte terremoto che diede il via a uno sciame che si è potuto ritenere veramente concluso solo dopo 4 anni. Dunque, quella degli sciami non è una novità.
    Signori, è vero che alcune volte le informazioni vengono manipolate; ma vogliamo dare un po’ di fiducia a questi studiosi? Poi non lamentiamoci delle fughe di cervelli; perché non sono causate solo dalla delusione di non vedere riconosciuti i veri meriti, o dal fatto che gli investimenti per la ricerca sono scarsissimi; ma anche dal continuo scetticismo della gente comune.

    Grazie per l’attenzione, in bocca al lupo!
    Luisa Canton

  10. Francesca ha detto:

    Sono con voi in tutto e per tutto.Si sta male quando si viene criticati ingiustamente. Mi fido molto di voi e apprezzo la vostra professionalità e serietà.Nonostante a volte può subentrare lo scoraggiamento per la precarietà e le maldicenze vi auguro un buon lavoro.
    Francesca.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...