La Ricerca Calpestata – Le Scienze (agosto 2009)

Pubblicato: settembre 14, 2009 da emgi in mobilitazione
Tag:, , , , , , , , ,

lrc

Annunci
commenti
  1. Luigi Passarella ha detto:

    Sono d’accordo sulla libertà di ricerca che deve autofinanziarsi: Concordo con il governo per il finanziamento con i soldi pubblici della sola ricerca che risponda a dei progetti concordati e sui quali ci sia un effettivo riscontro. Cordiali saluti Luigi Passarella

  2. raf71 ha detto:

    Non è chiaro quanto ha espresso, ma credo sia importante sottolineare che già adesso gran parte dei finanziamenti arrivano dai progetti e per giunta dall’estero. Questo non avviene nei paesi tecnologicamente e scientificamente più avanzati. In questi paesi non solo i finanziamenti pubblici sono altissimi ma i privati finanziano la ricerca pubblica di base in modo fortissimo, perché sanno che ne avranno un vantaggio futuro in termini di conoscenze “gratuite” (non coperte da copyright) che frutteranno a loro la possibilità di sviluppare brevetti privati molto remunerativi. In Italia invece i finanziamenti pubblici sono ridicoli (meno dell’1% del PIL) e i privati sono ancora più ridicoli. Per questo la ricerca annaspa. Quando annaspa la ricerca di base in un paese annaspa anche il paese ed è per questo che l’Italia ormai non è competitiva in nessun modo. I ricercatori italiani vanno all’estero e noi che restiamo o siamo tornati facciamo i salti mortali e grazie a questi salti mortali si riesce ancora a ottenere risultati di rilievo internazionale. Noi, comunque, lavoriamo sempre su progetti. Ma per i progetti servono soldi. E i progetti, se è questo che intendeva, non possono essere sempre e solo volti a ottenere risultati con ricadute commerciali dirette perché la gran parte dei risultati che hanno cambiato le sorti dell’umanità sono venuti da risvolti inaspettati della ricerca di base.
    Infine, la libertà della ricerca di base e la sua indipendenza dai governi che si succedono, garantiscono la corretta informazione e formazione scientifica dei cittadini e quindi di tutti noi.
    Cordiali Saluti

  3. nunziato piselli ha detto:

    Sono pienamente d’accordo che per avere finanziamenti i progetti devono essere concordati,ma non bisogna mai dimenticare che la ricerca è il motore trainante del nostro futuro,senza ricerca non si và da nessuna parte.I nostri politici quando si aumentano i loro MISERI STIPENDI non lo concordano con nessuno,lo fanno e basta,allora pensassero un pò meno alle loro tasche e invece di finanziare tante iniziative clientelari tipo: feste paesane,corsi di formazione fantasma,ecc.ecc.Finanziassero la ricerca seria, anche per trattenere in Italia tanti ricercatori che sono costretti ad andare via.Cordiali saluti Nunziato Piselli

  4. nunziato piselli ha detto:

    Penso che un’istituto come l’INGV sia molto importante,in Italia ogni giorno si trema,scosse di terremoto continue,come si fà a non finanziare la ricerca sù questo campo?Regolarizzate i precari che sono impegnati nell’INGV e auguriamo loro buon lavoro.Cordiali saluti Nunziato Piselli

  5. mirella ha detto:

    Mi dispiace che questo stato di disagio perduri da così tanto tempo. Sono d’accordo con il sig.Nunziato perché l’Italia è continuamente in vibrazione e non è tanto consolatorio dire che “per fortuna le scosse sono di bassa magnitudo”. Anzi, uno sciame prelude a qualcosa di più intenso. Mi auguro che un qualche deputato di qualsiasi Partito, e magari più deputati di diversi Partiti, prendano in considerazione la Vs.questione e la portino con decisione in Parlamento. Vi saluto e… speriamo per il meglio.
    Mirella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...