Atto osceno in ente pubblico: annullate le stabilizzazioni all’ISPRA

Pubblicato: ottobre 25, 2008 da anto71 in mobilitazione

Annunci
commenti
  1. […] Notizie 27 Ottobre Atto osceno in ente pubblico: annullate le stabilizzazioni all’ISPRA […]

  2. Mirko Aloisi ha detto:

    A me pare che Brunetta stia facendo un buon lavoro.
    Basta andare in qualunque comune o biblioteca comunale per vdere quanti fannulloni ci sono.

    D’altra parte i numeri parlano chiaro.
    Negliu Stati Uniti (300 milioni di abitanti) ci sono 1,9 milioni di dipendenti pubblici.
    In Italia (59 milioni di abitanti) ci sono incredibilmente 4,4 milioni di dipendenti pubblici.

    Almeno la metà è inutile e campa a spese dei lavoratori privati

  3. Oi! ha detto:

    Se per te è giusto licenziare persone gia’ assunte a tempo indeterminato, che magari hanno acceso un mutuo o deciso di avere un figlio in seguito a una relativa (i ricercatori italiani prendono al massimo la meta’dei ricercatori degli altri paesi industrializzati) sicurezza economica, allora il problema non si pone. Siamo su basi diverse e non c’e’possibilita’ di dialogo. Ma d’altronde per seguire il vostro leader non credo abbiate molte scelte se non quelle dell’autoritarismo e l’antidemocrazia.

  4. casarotti ha detto:

    cerchiamo di non fare un confronto con gli USA .. vero che ci sono meno dipendenti pubblici ma i servizi semplicemente non esistono…

    ad esempio….

    la scuola pubblica è evitata come la peste. chi può manda i figli alle private soprattutto perchè sono le uniche a garantire un futuro e non solo una preparazione. la spirale comincia già alle elementari quando mediamente per bambino si spende una decina di migliaia di dollari l’anno per una scuola di livello italiano.

    stesso discorso per la sanità etc.

    potrei continuare…. ma i sistemi, la mentalità, i salari e l’economia sono troppo diversi per poter fare confronti..
    sia sufficiente pensare che il bilancio di una delle grandi università americane è molto spesso confrontabile con una finanziaria italiana.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...