Comunicato sede Grottaminarda

Pubblicato: ottobre 3, 2008 da anto71 in mobilitazione

Il personale della sede INGV di Grottaminarda, riunitosi in assemblea in data 01 Ottobre 2008, esprime estrema preoccupazione e profondo disaccordo per la proposta di cancellazione definitiva del processo di stabilizzazione e conseguente licenziamento dei lavoratori precari (Art. 37-bis del DDL 1441-quater).

Essendo l’Osservatorio di Grottaminarda costituito interamente da personale precario, l’approvazione di tale emendamento ne comporterebbe la definitiva interruzione delle attività con pesanti ripercussioni sul monitoraggio sismico e geodetico del territorio nazionale vanificando gli sforzi e gli investimenti dell’Ente e del MIUR volti a creare un Centro Sismologico in Irpinia, nel cuore di una delle aree a maggior rischio sismico in Italia.

Di fronte a questa situazione, l’Osservatorio di Grottaminarda avvia lo stato di agitazione non garantendo la continuità delle operazioni di manutenzione sulla rete sismica e geodetica nazionale e dei servizi di distribuzione dati.

Con questo quadro drammatico, uniti alle sezioni dell’INGV e al mondo della ricerca tutto, si chiede il ritiro immediato dell’emendamento dell’Art. 37-bis del DDL 1441-quater e si ribadisce lo stato di agitazione dell’INGV.

Advertisements

I commenti sono chiusi.